Le malattie dell’orecchio dei cani

Le malattie dell'orecchio dei cani - FORZA10

Le malattie dell’orecchio dei cani

L’orecchio dei cani sembra un organo banale, ed è sufficiente andare su internet per trovare persone di tutti i tipi che danno consigli apparentemente corretti, ma sostanzialmente quasi tutti errati, perché partono dal non tenere in considerazione la potenza straordinaria della natura, che modella tutti gli organi per adattarli alle condizioni di vita di ogni specie. Ecco che, se prendiamo in considerazione proprio l’orecchio, quando si presenta una patologia che non si riesce a risolvere, si tirano in ballo spiegazioni assolutamente errate.

Le malattie dell’orecchio dei cani: i falsi miti

Si dice: il condotto uditivo del cane ha un’inclinazione verso l’alto errata che provoca il ristagno dell’acqua o del cerume e del pus in caso d’infezione.

Peccato che ciò non provochi alcun problema reale e che ogni cane, se non insiste una causa esterna, è in grado spontaneamente di eliminare l’acqua e guarire perfettamente drenando pus e cerume all’esterno con meccanismi naturali (proprio quei peli che vengono visti come un problema, ma che, al contrario, la natura ha previsto per far fuoriuscire le secrezioni auricolari).

Si dice: non fate bagnare le orecchie ai cani perché provoca infiammazioni e infezioni.

Ma quando mai?! Tutti i cani che amano l’acqua e che vivono in zone paludose o lacustri dovrebbero soffrire di otite costante, cosa che proprio non si verifica. I nostri cani, attraverso lo scrollamento della testa sono in grado perfettamente di eliminare l’acqua eventualmente presente nel condotto. Ovviamente, se vedete che il vostro cane ha una reazione negativa, prendetene atto ed evitate l’acqua.

Si dice: esistono razze predisposte all’otite.

È vero solo in parte: attualmente la causa più frequente di otite è un’intolleranza alimentare ad uno o più alimenti, nonostante esistano alcune razze che hanno, effettivamente, una predisposizione naturale allo sviluppo di otite.

Si dice: fate una pulizia periodica delle orecchie.

Sbagliato! La pulizia favorisce esclusivamente le irritazioni e le infiammazioni, creando un circolo vizioso: più le pulisci e più si forma cerume per proteggerle dall’irritazione meccanica.
Negli anni ’80 e ’90 era facile venire a conoscenza di otiti nelle quali si interveniva con varie tecniche chirurgiche, modificando la struttura del condotto auricolare e arrivando anche alla sua eliminazione! Fortunatamente, nella mia vita professionale non sono dovuto ricorrere a queste tecniche.

Si dice: le otiti sono provocate da germi dell’orecchio, di volta in volta accusando la Malassezia o il Proteus o lo Pseudomonas.

Sbagliato! Le otiti, quasi sempre, non sono causate dai germi appena citati, al contrario è l’infiammazione dell’orecchio che provoca il loro sviluppo. La conferma è semplicissima: gli antibiotici e gli antinfiammatori NON risolvono quasi mai le otiti, che recidivano continuamente. Ma questo è ovvio, perché le otiti croniche spessissimo sono dovute ad intolleranze alimentari, pertanto i farmaci agiscono sui sintomi, ma non sulla causa.

Le malattie dell’orecchio dei cani: la causa

Gli anni di osservazioni cliniche, e i risultati ottenuti con la ricerca scientifica pubblicati su riviste scientifiche di calibro internazionale, mi hanno portato a credere che le otiti ricorrenti dei cani siano conseguenti a fenomeni di intolleranze alimentari e allergie alimentari, e che questi siano molto spesso legati all’impiego di carni derivanti dall’allevamento intensivo: per questo l’utilizzo di carni biologiche o comunque derivanti da allevamenti estensivi riduce drasticamente questo tipo di manifestazioni. Utilizzando antiossidanti naturali e sostanze botaniche, poi, questo effetto è ancora più evidente.

Le malattie dell’orecchio dei cani: soluzione e rimedi

Terminando con l’orecchio, questo importante organo è solo una delle sedi ove l’organismo manifesta intolleranze a ingredienti e sostanze nutritive: alimentando i nostri amici a quattro zampe con prodotti biologici o comunque non derivanti da sistemi intensivi, oppure a base di pesce, vedrete con i vostri occhi e in brevissimo tempo la differenza!

 

Dott. Sergio Canello

Fondatore e responsabile Centro Ricerche SANYpet
Medico veterinario ed esperto internazionale in patologie di origine alimentare

Share

Articoli consigliati