Dermatite cane: la dermatite dorso-lombare del pastore tedesco

dermatite-cane-dermatite-dorso-lombare-forza10

La pelle rappresenta uno degli organi più complessi e importanti del corpo. Essa ci protegge dagli elementi esterni, con i recettori del dolore ci avverte se siamo a contatto con una sostanza urticante, tossica, ustionante o se stiamo ferendoci con qualcosa.

Dermatite cane: cos’è

La dermatite nel cane è un’infiammazione della cute e rappresenta un processo con cui l’organismo reagisce e cerca di ripristinare uno stato fisiologico normale. La dermatite nel cane si può manifestare con arrossamento, prurito, croste, piaghe, seborrea e infiammazione, con conseguente rischio di infezioni. L’infiammazione costituisce, infatti, il terreno ideale per lo sviluppo delle infezioni da germi (quali streptococchi, Stafilococchi e Pseudomonas), delle infestazioni parassitarie (rogna sarcoptica e demodettica) e di quelle micotiche (Microsporum canis, Microsporum Gypseum e Trichophyton mentagrophytes).

La dermatite nella zona dorso-lombare del cane: cause e rimedi

In dermatologia, uno dei fondamenti ancora indiscusso è il collegamento fra allergia alle pulci del cane e dermatite pruriginosa dorso-lombare, seppure quest’ultima si manifesti anche in casi di dermatite atopica, ovvero a causa di inalazioni o contatti. Tuttavia, la semplice constatazione che una dieta da privazione con ingredienti di elevata qualità, rigorosamente controllati e reperiti in luoghi incontaminati, e arricchita da sostanze botaniche, vede regredire totalmente il quadro sintomatico in pochissimi giorni senza intervenire sulle pulci, deve modificare questo assioma. D’altronde, tutti noi veterinari abbiamo sperimentato numerosissimi casi nei quali i proprietari dei pet negavano con forza la presenza dei parassiti e la visita clinica non rilevava la loro presenza. In quei casi ci si è sempre rifugiati nel sostenere che è sufficiente una pulce nascosta chissà dove.

Cani come il pastore tedesco e il bulldog inglese, che a causa delle numerose pieghe nel collo è fortemente soggetto a dermatiti in questa zona, troveranno nel cambio di alimentazione un repentino ed evidente giovamento. Un’assenza di miglioramenti progressivi, già nella prima settimana, depone per origini diverse.

 

Dott. Sergio Canello

Fondatore e responsabile Centro Ricerche SANYpet

Medico veterinario ed esperto internazionale in patologie di origine alimentare

Share