Allergie e intolleranze alimentari di cani e gatti

allergie e intolleranze alimentari nel cane - forza10

Allergie e intolleranze alimentari: quanto ne sappiamo? 

Intolleranze alimentari

Le intolleranze alimentari sono manifestazioni di difesa del nostro organismo che, riconoscendo come tossico un alimento o una sostanza con cui è venuto in contatto, mette in moto dei meccanismi per liberarsene nel più breve tempo possibile o per distruggerlo nel suo “inceneritore” (il processo infiammatorio). L’organismo si libera di una sostanza riconosciuta come tossica attraverso meccanismi di espulsione (come vomito, diarrea, lacrimazione, forfora, salivazione, secrezioni ed escrezioni) oppure proprio attraverso il processo infiammatorio, che può comparire in qualsiasi organo.

Allergie

Le allergie sono dovute a reazioni esagerate del sistema immunitario, che finisce per riconoscere come nemici anche le sostanze più comuni che fanno parte dell’ambiente quotidiano. Il sistema immunitario è sotto quotidiano attacco, specie attraverso l’alimentazione, delle più svariate sostanze chimiche e farmacologiche, reagendo in tre diversi modi: lottando attivamente attraverso il processo infiammatorio, deprimendosi o “alterando” le sue funzioni”.

La sua lotta attiva attraverso l’infiammazione è quella più efficace perché porta alla vera e propria distruzione delle sostanze tossiche.

La sua depressione porta all’invasione di germi, funghi, virus o allo sviluppo esagerato e dannoso dei saprofiti, quei germi, indispensabili per mantenere sotto controllo i nemici esterni e specifici per ogni nostro organo, che convivono pacificamente con l’organismo.

La sua alterazione porta a reazioni assurde come le allergie, gli shock anafilattici e le patologie auto immuni, tutte in grado di compromettere la salute in modo molto grave o anche mortale.

Perché sono così frequenti le reazioni avverse?

Li chiamiamo disturbi, ma le reazioni avverse al cibo sono meccanismi di difesa per liberarsi di un agente scatenante che non dovrebbe essere presente nell’organismo. I più frequenti sono: lacrimazione costante, alito cattivo, formazione di cispe crostose all’angolo dell’occhio, congiuntivite cronica, otite ricorrente, desiderio esagerato d’erba, vomito notturno a digiuno, diarrea ricorrente o cronica, flatulenza insopportabile, leccamento costante di una zampa anteriore, dermatite, prurito al collo e al fondo schiena, piaghe cutanee improvvise caratterizzate da prurito incontrollabile, forfora e caduta costante del pelo, pelo secco e opaco, infiammazione delle sacche anali, incontinenza urinaria.

La soluzione alle intolleranze alimentari di cani e gatti

Nei casi di intolleranza alimentare, l’unica soluzione efficace è  rimuovere la fonte di questi disturbi, scegliendo un’alimentazione priva di inquinanti, con ingredienti puliti e sostanze botaniche, valutate in vitro dal nostro Dipartimento di Ricerca e Sviluppo SANYpet e ampiamente osservate anche in letteratura per le loro azioni su organi e  tessuti.

Dott. Sergio Canello

Fondatore e responsabile Centro Ricerche SANYpet
Medico veterinario ed esperto internazionale in patologie di origine alimentare

Share