Otite del cane: rimedi all’otite cronica del cocker

Otite del cane - rimedi all'otite cronica del cocker

Cocker

Nasce molti anni fa come cane da caccia, ma è diventato tra i più amati cani da compagnia per tutta la famiglia. Il loro straordinario buon carattere e il loro animo molto sensibile, lo rendono il compagno ideale per coloro che hanno bambini in casa. Il suo innato spirito tollerante e sociale lo pone spesso accanto ad altri animali: il cocker infatti ama la compagnia degli altri cani e li va spesso a cercare. È un eterno cucciolone, affettuoso con tutti e facilmente addestrabile, se pur richieda estrema attenzione e molta costanza nell’insegnamento delle regole fondamentali.

Otite del cane: cos’è

L’otite è un’infiammazione dell’orecchio del cane, che provoca prurito, dolore, produzione di cerume, odore cattivo e conseguente rischio d’infezioni di germi, parassiti e funghi.

L’otite del cane è considerata una delle patologie in assoluto più difficili che ogni veterinario deve affrontare. Tanti sono i casi con recidive che risultano frustranti per animali, proprietari e terapeuti.

Essendo caratterizzato da grandi orecchie, molto pelose e coperte dal passaggio di aria, il cocker è una razza predisposta alla formazione di otiti.

Ma è normale che sia così?

Otite del cane: la vera causa

Al di là delle forme da sempre esistite, attualmente la causa più frequente di otite è un’intolleranza ad uno o più alimenti. Le intolleranze alimentari, patologie in continuo aumento sia in medicina veterinaria che umana, provocano, quale risposta dell’organismo, proprio fenomeni infiammatori alla parte più sensibile (organo bersaglio).

L’infiammazione dell’organo bersaglio rappresenta spesso l’unica manifestazione visibile di un fenomeno d’intolleranza alimentare. Se l’organo bersaglio dell’intolleranza a uno o più alimenti è l’orecchio, l’unica soluzione valida per trattare l’otite e prevenire ricadute è un cambio di alimentazione.

Infatti, anche una singola assunzione di un alimento che l’organismo riconosce come tossico provocherà un processo infiammatorio della durata di alcuni giorni. Se l’alimento continuerà a far parte dell’alimentazione, il processo infiammatorio diverrà per forza di cose cronico.

Otite del cane: la soluzione

La soluzione è dunque un cambio di alimentazione, con ingredienti di elevata qualità, rigorosamente controllati e reperiti in luoghi incontaminati, possibilmente arricchita da sostanze botaniche.

Seppure il cocker abbia una predisposizione naturale verso lo sviluppo dell’otite, se l’orecchio è in equilibrio fisiologico grazie all’alimentazione, le possibilità di formazione di otiti diminuisce drasticamente e di conseguenza l’attacco da parte dei patogeni non dovrebbe avere efficacia.
Share