Imprevedibilità del cane – Cause e rimedi

Imprevedibilità del cane e altri problemi del comportamento

I problemi del comportamento sono spesso legati a stati di ansia, come aggressività, agitazione, paura del temporale e proprio la imprevedibilità del cane.

Si tratta di un problema piuttosto comune nel cane, che spesso si comporta improvvisamente in modo aggressivo e inatteso, specie all’incontro con altri cani, ma anche con bambini o persone. Questo spiega il numero di persone che, non essendo sicure delle sue reazioni, deve tenere il proprio cane col guinzaglio stretto, fra l’altro aumentando in questo modo le difficoltà di socializzazione.

Altre manifestazioni molto frequenti sono l’impulsività, l’agitazione costante, il nervosismo, l’abbaio continuo e spesso immotivato (un cane “normale” non deve abbaiare furiosamente alle persone che conosce bene), l’ansia da separazione, la paura del temporale o dei fuochi d’artificio, la distruttività, disturbi dell’attenzione, la marcatura inappropriata (defecare e urinare in maniera inappropriata), i disturbi del sonno, le ossessioni, le fobie, l’esplorazione ossessiva (della zampa, dell’ambiente e delle persone).

La causa della imprevedibilità del cane

Senz’altro una delle cause principali del comportamento del cane è una scorretta interazione con l’uomo, in particolare l’imprinting educativo che quest’ultimo adotta con il proprio amico a quattro zampe, ma anche l’ambiente circostante e lo stile di vita adottato. In questo caso la soluzione è senza dubbio affidarsi a un educatore cinofilo. Tuttavia sintomi di ansia e di aggressività nei cani sono in costante aumento, oltre che immotivati, anche in razze da sempre riconosciute come pacifiche ed equilibrate.

La motivazione è che spesso la vera causa di questi disturbi è la presenza di residui tossici nell’alimentazione, che alterano i controllori del sistema nervoso. Com’è possibile? L’alimentazione influenza il comportamento? Assolutamente sì. Il collegamento tra alimentazione e comportamento è molto netto, infatti quest’ultimo è regolato da precisi ormoni e neurotrasmettitori, la cui funzione è a sua volta influenzata anche dagli alimenti.

Queste patologie sono rappresentate principalmente da congiuntiviti, cheratiti, otiti, dermatiti, gengiviti e stomatiti, gastriti, enteriti e coliti, croniche e/o ricorrenti, ma, in modo per certi versi sorprendente, si manifestano anche con disturbi comportamentali ben definiti e tutti riconducibili a stati ansiosi, come la imprevedibilità del cane.

La soluzione alla imprevedibilità del cane

La soluzione è dunque l’applicazione della terapia comportamentale in associazione ad un cambio di alimentazione con ingredienti di elevata qualità, rigorosamente controllati e reperiti in luoghi incontaminati, possibilmente arricchita da sostanze botaniche.